loading...
Lingua Language
       
Progetti Case histories

Lampade con materiali da riuso

Corso di: Engineering

Highlights

Piano Studi triennale in Design Creativo 2014/15

ULTIMI GIORNI PER ISCRIVERSI: RICHIEDI LA VISITA A SID

Il Piano Studi triennale in Design Creativo ti trasforma in un designer a tutto tondo: i nostri selezionati metodi innovativi sviluppano la tua creatività per esprimerla nei settori della progettazione industriale e nella comunicazione del prodotto al mercato, ossia grafica, packaging e web design. Posti totali disponibili al 1° anno: 54 (in corso di esaurimento).SCHEDA COMPLETA DEL PIANO STUDI                       (...)

Read More

Industrial, interior e web design: corsi serali 24 ore

ISCRIVITI OGGI: I CORSI PARTONO A METÀ OTTOBRE

SID Academy Autunno 2014 è la serie di corsi brevi serali dedicata a chiunque desideri sviluppare le proprie abilità e capacità nell’ambito della creatività e del design.CORSI 24 ORE - ISCRIZIONI APERTE 1) BASIC INDUSTRIAL DESIGNI fondamenti della progettazione del prodottoData di inizio: giov. 16 ottobre, 19.30-22.30 Richiedi scheda | Modulo d’iscrizione 2) BASIC INTERIOR DESIGNI fondamenti dell’arredamento d’interniData di inizio: lun. 13 ottobre, 19.30-22.30 Richiedi scheda | Modulo d’iscrizione (...)

Read More
Go to page:

SID Pills

17 set 2014 JVLT, Castiglioni e Novembre al Vintage Festival 2014

JVLT, Castiglioni e Novembre al Vintage Festival 2014

I designer a Padova per parlare di passato, presente e futuro del design

PADOVA.  Il festival vintage di Padova è un appuntamento oramai consolidato tra gli eventi cittadini più alla moda. Per tre giorni il centro storico di Padova accoglie cultori, appassionati e semplici curiosi del fenomeno vintage.



JoeVelluto, Castiglioni, Novembre

Il centro culturale San Gaetano e via Altinate sono il cuore pulsante del festival, che propone numerose esperienze vintage: mercatino, mostre, concorsi, eventi, workshop e talk show. Domenica 14 settembre al Padova Vintage Festival si è parlato soprattutto di design: al talk show che ha visto protagonisti i designer Andrea Maragno e Sonia Tasca di JVLT JoeVelluto Studio con Giovanna Castiglioni, figlia del celeberrimo Achille, è seguito un dialogo tra Davide Rampello e il designer Fabio Novembre sul tema della memoria.

Quale filo unisce passato e presente del design?

Andrea Maragno e Sonia Tasca, designer e docenti SID, hanno raccontato la loro esperienza di professionisti in continuo contatto con imprese e studenti. Giovanna Castiglioni ha invece giocato con la curiosità del pubblico e con i progetti di design più iconici del padre Achille Castiglioni.
Grazie al supporto delle immagini e degli oggetti presenti sul palco, i tre protagonisti del talk show hanno dato vita ad un simpatico e interessante ping-pong sul passato, sul presente e sul futuro del design.

Dagli oggetti senza tempo di Castiglioni ai progetti più provocatori di JoeVelluto, passando attraverso l’esaltazione del design anonimo e la critica allo stilismo, affiora dalla discussione un solido filo conduttore che unisce il disegno industriale di tutti i tempi, un filo sottile ma indelebile, che si nutre della curiosità dell’uomo.

Fabio Novembre: «Come il design guarda oltre»

A Fabio Novembre è assegnato il compito di raccontare il tema della memoria attraverso il linguaggio del design. Grazie al suo blog ionoi.it, Novembre esercita la sua passione per la ricerca e per il cortocircuito visivo mettendo a confronto mondi e linguaggi del presente e del passato, mischiando il design con l’arte, la grafica, la fotografia, la musica, il cinema, la quotidianità, e tracciando connessioni, evidenziando simpatie, sperimentando sottili provocazioni.

Il design è un’arte che si tramanda da maestro ad allievo, è un esercizio di memoria, ricerca, cultura, interpretazione, istinto, linguaggio: «Fare design, progettare, è guardare avanti, guardare oltre, ma per guardare oltre la banalità dobbiamo salire sulle spalle di giganti, quei giganti del passato dai quali attingere a piene mani per rendere più vero e più profondo il significato del progetto contemporaneo.»


JoeVelluto studio, Studio Museo Achille Castiglioni, Studio Novembre. Tre diverse interpretazioni del design italiano, tre punti di vista accomunati da un unico comune denominatore: la passione.


Autore: Alessandro Barison
Immagini: Padova Vintage Festival su Instagram




Vai alla notizia | Link to this news

16 set 2014 Maison&Objet 2014, le tendenze dell'interior a Parigi

Maison&Objet 2014, le tendenze dell'interior a Parigi

Gli spunti dalla settimana del design svolta dal 6 al 13 settembre

PARIS, FRANCE.  Settembre, un mese ricco di settimane dedicate al design in alcune delle più importanti città europee. Abbiamo fatto per ognuna di esse la nostra selezione fotografica.


  • Helsinki Design Week (4-14 settembre)
  • Paris Design Week (6-13 settembre)
  • London Design Week (13-21 settembre)
  • Bratislava Design Week (22-28 settembre)
  • Brussels Design September (1-30 settembre)
  • Vienna Design Week (26 settembre - 5 ottobre)

Al Maison&Objet emerge una visione del passato riletto in chiave futura, alla ricerca di un equilibrio di contrasti tra materiali, colori e linee (ma anche tra designer affermati ed emergenti).

Altro tema comune per gli oltre 3000 espositori dell’edizione parigina autunnale del Maison&Objet è la condivisione, in particolare sfruttando il digitale.
E allora condividiamo con voi alcune immagini dalla Paris Design Week 2014.


Indice delle immagini:
  1. Logo
  2. Suspension Bell per Normann Copenhagen
  3. Service Tank di Tom Dixon (Londra)
  4. Tom Dixon alla Fiera
  5. Sgabelli Sfera di Eleanor Pritchard (Londra)
  6. Rain Bottle installation di Nendo (Giappone)
  7. 4th Dimension di 22 Design Studio (Taiwan)
  8. Tavolino e Howdy Owl di StokkeAustad e Andreas Engesvik (Norvegia)
  9. Dallo stand di Stringdesign (Svezia)
  10. Stand di Hem, nuovo brand di Fad e One Nordic (Svezia)
  11. Credenza Pandora di Wewood (Portogallo)
  12. Stand di Crash Baggage (Italia)
  13. Lunaire di Ferréol Babin per FontanaArte (Italia)
Fonte: Pinterest



Vai alla notizia | Link to this news

15 set 2014 Chiude con successo il 2° New Idea Workshop

Chiude con successo il 2° New Idea Workshop

Parole e risultati dal laboratorio creativo lituano: 2/da parte

NIDA, LITHUANIA.  Scuola Italiana Design, con i suoi tutor e studenti, partecipa per il secondo anno al Nida Design Workshop, laboratorio creativo organizzato dalla Vilnius Academy of Arts sulla struttura organizzativa del SID Rovinj Workshop.



Un workshop a pieno ritmo

Il workshop a Nida è proseguito a ritmi elevatissimi e i frutti non sono tardati ad apparire: non solo i primi disegni manuali, ma anche modelli in 3D e rendering accurati fatti a pc.
L’Auditorium della Nida Art Colony è stato così un indaffarato laboratorio fino al venerdì conclusivo. Non sono mancate le incursioni degli artisti residenti che, incuriositi dai nostri metodi, hanno fornito a loro volta alcuni spunti creativi... non ci sono frontiere nella creatività!

Alla scoperta del fascino del paesaggio

L’organizzazione del New Idea Workshop 2014 (questo il nome ufficiale del corso) ha curato anche i momenti “sul territorio”, come l’uscita al chiaro di luna sulle suggestive dune di sabbia che affiancato il centro di Nida.
Non solo, al termine del workshop la cena finale ha avuto luogo a Minge, una delle pittoresche località sulla costa lituana. Il luogo è stato raggiunto in barca e lì i pescatori locali hanno offerto a tutti i partecipanti un meraviglioso ultimo banchetto.

I numeri della presentazione alle aziende

In occasione della presentazione finale alle aziende sono giunti alla Nida Art Colony anche il Decano dell’Accademia di Vilnius Jonas Audėjaitis, il Direttore del Dipartimento Design Industriale Saulius Jarašius e altri professori della MGU di Kaliningrad.
Da parte dei responsabili delle aziende, applausi e note positive al termine della presentazione dei progetti, soddisfatti degli oltre 60 concept presentati suddivisi nei 3 brief del workshop.

Studenti e mondo del lavoro sono più vicini

«Incredibile come, nonostante i nostri istituti si siano conosciuti solo 3 anni fa, siamo riusciti a organizzare con successo 2 edizioni di questo workshop.» È Jonas Audėjaitis a esprimere con soddisfazione i pensieri al termine della consegna degli attestati ai partecipanti. «Questo rapporto tra studenti, università e aziende è una cosa del tutto nuova in Lituania... mi auguro che ci siano 100 di questi Nida Design Workshop!»
Le aziende partner gli fanno eco: «Ci auguriamo che questo possa diventare un circolo virtuoso in Lituania e non solo entro i nostri confini.»
Il responsabile didattico SID Eugenio Farina riporta infine la soddisfazione del nostro istituto: «Siamo lontani fisicamente dalla Lituania, ma abbiamo in realtà molte cose che ci uniscono. Per noi l’appuntamento è già all’edizione 2015.»



Vai alla notizia | Link to this news

12 set 2014 Valentine di P.A. King ed E. Sottass jr - Scheda 46

Valentine di P.A. King ed E. Sottass jr - Scheda 46

100 Anni di Prodotto Italiano: un viaggio nel design

PADOVA. 

Nome: Valentine
Anno: 1969
Designer: Perry A. King ed Ettore Sottsass jr.
Azienda: Olivetti

Una forma per la scrittura
: la macchina per scrivere da viaggio per eccellenza. Compatta, leggera, di semplice costruzione, la Valentine è ancora per molti una compagna insostituibile.



(pdf, 0.5 MB)

« Prodotto precedente
Indice dei prodotti
Prodotto successivo »




Vai alla notizia | Link to this news

10 set 2014 In scena il 'green' Nida Design Workshop 2014

In scena il 'green' Nida Design Workshop 2014

SID ancora partner della settimana creativa lituana: 1/ma parte

NIDA, LITHUANIA.  Scuola Italiana Design, con i suoi tutor e studenti, partecipa per il secondo anno al Nida Design Workshop, laboratorio creativo organizzato dalla Vilnius Academy of Arts sulla struttura organizzativa del SID Rovinj Workshop.



Tante culture, un unico posto

Il workshop è in corso in questi giorni (dal 5 al 13 settembre) nella splendida location della Nida Art Colony, una zona in cui la natura e il mare ospitano una struttura architettonica in attuale espansione con il supporto dell’Unione Europea. Non a caso sono già iniziati alcuni lavori per la costruzione di 2 nuovi edifici.

Persone da tutta Europa giungono in questo ambiente: oltre ai partecipanti del Nida Design Workshop (6 italiani da SID, 6 lituani della Vilnius Academy of Arts e 6 russi dalla sede di Kaliningrad della MGU), sono presenti anche altri artisti lituani e gallesi per altri laboratori culturali. Non solo, una delegazione composta da 35 persone è giunta dall’Università di Gerusalemme in visita alle strutture di Nida.

Mobilità sostenibile e green i temi del workshop

3 aziende committenti, per altrettanti progetti da sviluppare nei 3 gruppi creativi del workshop:
  • Elinta Motors, che ha richiesto la progettazione di Homebox, una stazione di ricarica per veicoli elettrici. Per l’occasione, il gruppo ha partecipato insieme all’azienda all’inaugurazione del primo parcheggio “elettrico” in Lituania.

  • Dancer, una start up di Klaipeda che sta sviluppando con il dipartimento di Architettura della Vilnius Academy un autobus elettrico a partire da un vecchio veicolo del secolo scorso. Dancer richiede la progettazione di una campagna di sensibilizzazione alla cittadinanza.

  • Municipalità di Kaunas, che vuole potenziare il meraviglioso parco Kalnieciu chiedendo al gruppo creativo che “anima” dare a quest’area: natura, fitness, social, con che supporti di arredo urbano e non?
Conoscenza reciproca e dei committenti, brainstorming iniziale, prime iconizzazioni: i gruppi creativi sono al lavoro e si attende a breve la nascita delle idee in risposta ai 3 temi.




Vai alla notizia | Link to this news

SID PILLS è una testata giornalistica web iscritta al n. 2299 del Registro Stampa presso il Tribunale di Padova in data 31 maggio 2012.